Home » Argomenti » Attualità » I primi 50 anni di MEF

I primi 50 anni di MEF

21/12/2018

La famiglia Giaffreda ha voluto festeggiare i suoi primi 50 anni con oltre 700 persone, collaboratori di un'azienda che oggi ha radici in buona parte del territorio nazionale. Il 15 settembre 1968 ha segnato la nascita fisiologica dell'impresa ma che, in realtà, per i fratelli Antonio ed Emilio Giaffreda e le rispettive consorti, Vanda e Margherita Picone (sorelle pure loro), rappresentava già un piccolo grande traguardo dal quale far partire un sogno.

Nell'occasione della festa, MEF ha scelto di ripercorrere le tappe che l'hanno portata a essere oggi presente in ben 5 Regioni italiane (Toscana, Lazio, Liguria, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia), nonché partner di Würth Electrical Wholesale Group, attraverso una struggente storytelling, una rielaborazione artistica di suggestioni, luci e suoni, alla quale ha assistito anche l'Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Firenze, Cecilia Del Re. 

Tre sono le parole nelle quali Daniele Giaffreda, direttore commerciale e marketing, racchiude i 50 anni di storia di MEF: crescita, squadra e passione. “Crescita – spiega - perché dal 1968 ad oggi, l'azienda ha sempre ampliato il suo volume d'affari, con un'accelerazione importante negli ultimi quattro anni dopo la partnership con Wurth. La crescita, con nostra grande soddisfazione, ha riguardato anche i nostri collaboratori. Squadra è l'altro punto di forza di Mef, quello da cui tutto ha avuto inizio. Antonio, Emilio, Vanda e Margherita sono stati i primi ad essere squadra. La filosofia di portare valore attraverso il gruppo ci è stata trasmessa dai nostri genitori, tanto che oggi noi non ci riteniamo semplicemente familiari ma siamo squadra, così come lo sono i nostri reparti e le nostre filiali. Infine la passione, parola chiave della quarta edizione di Mostra Elettrotecnica, che andrà in scena proprio alla Fortezza da Basso dal 27 al 30 marzo 2019; passione è ciò che mi ha trasmesso mio padre Emilio insieme alla cultura e al rispetto del lavoro: è grazie a questo che si raggiungono i risultati che oggi condividiamo con tutti, con la consapevolezza di avere ancora tante pagine della nostra storia da scrivere”. 

Il momento più buio nei 50 anni di storia di MEF è stato indubbiamente la scomparsa di Antonio, nel 2010. Ma se le radici sono salde il futuro viene da sé. “Durante tutta la sua vita – ricorda Leonardo Giaffreda, attuale presidente di MEF – Antonio aveva preparato il futuro dell'azienda, cercando di ritagliare per ciascuno di noi il ruolo più idoneo e predisponendo una struttura organizzativa in grado di supportarci. L'obiettivo principale dopo la sua scomparsa è stato quello di rassicurare tutti i nostri collaboratori, le banche, i clienti, i fornitori. Insomma, a livello aziendale, si è innescata una reazione positiva e, anche se sapevamo che sarebbe stato impossibile sostituire Antonio come leader e figura carismatica, abbiamo però cercato di assumere deleghe e responsabilità diversificate, sempre guidati da quei valori di fiducia, coraggio e rispetto delle persone, nonché da una visione strategica orientata alla crescita. Infatti dal 2010 a oggi sono arrivati il Centro Logistico, lo sviluppo del mercato del Lazio, Mostra Elettrotecnica, fino alle più recenti aperture in Emilia e Lombardia. E poi, nel 2015, quella partnership con Wurth, per la quale devo ringraziare Francesco Tirinnanzi che ha lavorato non come professionista ma quasi come familiare, e anche Ulrich Liedtke, vice presidente di Wurth, che ha creduto fin dall'inizio in questo progetto”.  

Fra le scelte più importanti fatte da MEF negli ultimi anni,  si colloca il Centro Logistico di Campi Bisenzio. “Fu una decisione che abbiamo preso, come sempre, tutti insieme nel 2012 – sottolinea Luca Giaffreda, responsabile delle risorse umane -. La scelta di Campi Bisenzio, se da un lato è apparsa come anti-economica perché il costo del terreno qui è più alto rispetto ad altre zone, dall'altro ci ha tuttavia permesso di salvaguardare tutti i posti di lavoro. Nel tempo tale decisione ci ha premiati e si è rivelata vincente. I nostri progetti migliori? Sarò ripetitivo ma partono sempre dalle persone. E' intorno a loro che li costruiamo, con passione ed entusiasmo”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network e...

Articoli che ti potrebbero interessare:

Conto Energia, nuova sezione all’interno del Portale FTV-SR

“Gestione componenti di impianto e quote RAEE” (continua)

Green mobility, chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate su incentivi e bonus

Incentivi e detrazioni fiscali per l’acquisto di veicoli elettrici e non inquinanti (continua)

Superbike: Riello UPS sponsor ufficiale del team Aruba.it Racing - Ducati

Il Mondiale Superbike 2019 è una grande occasione per mettere in mostra l’expertise e il know-how... (continua)

THAT’S MOBILITY 2019: tutte le novità della seconda edizione

La conference&exhibition dedicata alla mobilità elettrica amplia i suoi spazi. (continua)

In evidenza

Aspiratore elicoidale da muro

La serie Punto Evo di Vortice è ideale per...

Segnalazioni ottiche con installazione “a scomparsa"

AVE offre una soluzione personalizzabile all’avanguardia...