Home » Argomenti » Illuminazione » La tecnologia italiana CoeLux® vince il Primo premio del Lux Awards 2014

La tecnologia italiana CoeLux® vince il Primo premio del Lux Awards 2014

26/11/2014

Una vittoria tutta italiana a Lux Live 2014, la più grande fiera dedicata all’illuminazione nel Regno Unito, e tra le maggiori in ambito internazionale, organizzata dalla Lighting Industry Association. 

CoeLux®, la prima tecnologia al mondo in grado di riprodurre nell’architettura indoor i meccanismi e i fenomeni ottici che regolano la luce nella natura, si è aggiudicata il Primo premio del Lux Awards 2014 nella categoria Light Source Innovation of the Year. La vittoria ha suscitato grande fermento richiamando l’attenzione di tutto il pubblico di Lux Live, accorso per “vivere” l’innovazione italiana nel campo del lighting design.

Nato dal desiderio di raccontare la luce dell’outdoor, il progetto tecnologico CoeLux® è il risultato di 10 anni di ricerca scientifica del Professor Paolo Di Trapani, docente di fisica presso il Dipartimento di Scienze ed Alta Tecnologia dell’Università dell’Insubria a Como, e del suo team.

Attraverso la combinazione di tre elementi fondamentali, un proiettore LED sviluppato ad hoc che riproduce le caratteristiche spettrali della luce solare, sistemi ottici sofisticati per impartirne la direzionalità dovuta alla distanza tra cielo e sole e materiali nano strutturati in grado in pochi millimetri di realizzare i processi diffusivi di Rayleigh che avvengono nell’atmosfera, CoeLux® ricrea sole e cielo per una reale esperienza del paesaggio outdoor nell’indoor.

Grazie a questa tecnologia la mente è stimolata a “creare” all’interno di una stanza uno spazio virtuale di profondità infinita. La sorpresa è tale che, in outdoor, l’uomo guarderà sole e cielo come non li aveva visti mai.

La tecnologia CoeLux® è ideale per qualsiasi tipo di applicazione nell’architettura, in particolar modo in quella ipogea. Metropolitane, aeroporti, centri commerciali, uffici, centri benessere, strutture alberghiere, musei, abitazioni, fino agli spazi più angusti come gli ascensori o gli apparecchi di diagnostica nucleare possono diventare ambiti in cui questa tecnologia può essere sviluppata e trasformare il modo in cui possono essere vissuti.

Il progetto di ricerca CoeLux® è stato selezionato dalla Commissione Europea tra i 12 progetti tecnologicamente più innovativi del 7° programma quadro, ha ricevuto un finanziamento di 2.5 milioni di euro dall’Unione Europea ed è stato ospitato all’interno dell’ “Innovation Convention” 2014 a Bruxelles.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network e...

Articoli che ti potrebbero interessare:

Una nuova Luce per gli antichi affreschi del salone Pietro da Cemmo

Nel quadro delle sue attività di sostegno culturale, la Palazzoli ha contribuito ad attrezzare il S... (continua)

Delineatori antinebbia per la sicurezza stradale con luce LED

DKC presenta i delineatori antinebbia LSA22 e LSA25 della Linea Conchiglia con sistemi attivi che em... (continua)

Lovato arricchisce la serie LTN di colonne luminose

La componibilità modulare assicura totale flessibilità e libertà nella gestione degli elementi pe... (continua)

Da DKC il nuovo catalogo "Gallerie stradali e autostradali"

Si tratta di uno strumento completo e di facile consultazione, dove sono presenti i top di gamma del... (continua)

In evidenza

Rinnovabili, iter semplificato per i piccoli impianti

Nuova delibera ARERA per gli impianti al di...